Il virus in mondovisione

Il virus in mondovisione

Sono 138 milioni le persone vaccinate contro il covid19 con due dosi in tutto il mondo. 355 milioni sono quelle che almeno una dose l’hanno ricevuta. 637 milioni sono invece le dosi che sono state somministrate. I numeri sono enormi e al contempo piccolissimi. Dipende...

leggi tutto
Amazon e il collo di bottiglia

Amazon e il collo di bottiglia

Sappiamo tutti come è fatta una bottiglia. Partendo dal basso: c’è il “fondo”, su cui la bottiglia poggia nello stare “in piedi”; poi c’è il “corpo”, che è quella parte regolare dove sta normalmente il liquido che nella nostra è contenuto; la “spalla” è la parte della...

leggi tutto
La repubblica degli influencer

La repubblica degli influencer

Se ha ragione Chiara Ferragni, non è granché e non lo dico io, ma lei. La storia, tanto è sintetizzabile, ci sta in un tweet. La nonna di Fedez, over 80, non viene chiamata per vaccinarsi. La seguitissima influencer scrive un paio di post su instagram e arriva la...

leggi tutto
La consegna del mercato dei soldi

La consegna del mercato dei soldi

Bello, sarebbe bello, che fosse come ha raccontato qualche giornale, cioè che il flop dello sbarco in borsa di Deliveroo fosse correlato alla battaglia dei rider. Deliveroo, per i meno avvezzi, è una di quelle società che per i più sono un’app con la quale farsi...

leggi tutto
I termometri di ciliegio

I termometri di ciliegio

Anche i ciliegi, quelli di Kyoto intendo, dovevano mettercisi. Hanno scelto proprio quest’anno, il 2021 per battere ogni record di fioritura. Le cronache dicono infatti che non accadeva dall’812 che raggiungessero il picco della fioritura il 26 marzo. 1.200 anni anni...

leggi tutto
Uguali tra gli uguali

Uguali tra gli uguali

«Beato quel popolo che non ha bisogno di eroi», conosciamo tutti la frase di Bertolt Brecht.Ora la domanda è se siamo noi quel popolo beato o se viceversa noi di eroi abbiamo bisogno eccome, tanto da trasformare gesti ordinari in straordinari esempi.Guardate Mario...

leggi tutto
Obiezione di coscienza di gregge

Obiezione di coscienza di gregge

Ho letto con attenzione la polemica, che condivido per altro, intorno alla vicenda dei sanitari novax. Faccio parte degli oltranzisti, ammetto, per i quali il vaccino dovrebbe essere pratica obbligatoria dalla quale dovrebbero essere esentati solo coloro i quali il...

leggi tutto
Il bel mondo degli immuni

Il bel mondo degli immuni

Lo so, lo so, che è anche un peccato capitale, ma ieri milanesi vaccinati vi ho invidiati, ho proprio rosicato da morire. Io con mascherina e un foglietto con su scritto per quale non prorogabile motivo avevo lasciato le mura di casa e voi, belli come il Sole, in giro...

leggi tutto
Fragili e più fragili

Fragili e più fragili

Nelle scorse ore è morta all’ospedale Sant’Orsola di Bologna una bambina di 11 anni.A ucciderla è stato il covid. La ragazzina di Finale Emilia aveva patologie pregresse e anche gravi o per dirla con il “medichese” della nota stampa dell’Ausl di Modena: «Sulla piccola...

leggi tutto
Caprette in dad

Caprette in dad

Eccola qua la didattica a distanza, la famigerata dad. Lei è Fiammetta e la foto che la ritrae, in mezzo alle capre (sì, sì sono capre) è di Massimiliano, che è suo padre. Lo so, il volto non lo vedete bene, e va bene così perché con i minori, la signorina ha 10 anni,...

leggi tutto
#NoDeliveryDay

#NoDeliveryDay

La sera del 22 gennaio dello scorso anno, in piazzale Lodi a Milano, nel tratto di pista ciclabile che va da piazzale Corvetto verso il centro, quello, per chi è pratico, che contro ogni logica poco dopo s’interrompe facendo perdere ogni protezione dalle auto al...

leggi tutto
La paura di volare

La paura di volare

Tanti anni fa, su un volo che mi portava da Ginevra a New York, qualcuno disse che saremmo stati per aria abbastanza a lungo perché nessuno avesse paura. L’argomentazione era più o meno la seguente: nessuna donna o uomo poteva tremare, urlare, piangere per tutte le,...

leggi tutto
La brutta aria lombarda

La brutta aria lombarda

Il lockdown è finito. Non so se in tutta la Lombardia, ma a Milano la zona rossa è bella che andata. Un po’ ci si è creduto e poi, il primo giorno butti la pattumiera, il secondo vai a prendere il giornale, il terzo fai la spesa, il quarto un bancomat, al quinto fai...

leggi tutto
L’inclusione negata

L’inclusione negata

Ci sono i terrapiattisti, quelli che hanno visto Elvis Presley con Michael Jackson a passeggio settimana scorsa e, poi, ci sono coloro che pensano che l’andare a scuola sia sicuro e che gli studenti dovrebbero tornare subito in presenza. Questa è la premessa doverosa...

leggi tutto
Sperando nell’influenza spagnola

Sperando nell’influenza spagnola

Quattro volte «sì, lo voglio» nel corso di cinque settimane. Al netto del sì di medici e di una preposta commissione, è questo quel che permetterà agli spagnoli dal prossimo giugno di accedere alla “dolce morte”, all’eutanasia per dirlo con gli antichi greci. Non...

leggi tutto
Quando la dad salvò una vita

Quando la dad salvò una vita

Ci si doveva mettere anche Simone Mantovani (quello nella foto) e, se non sapete chi sia, non preoccupatevi, continuare a leggere e lo saprete. Un’avvertenza però, se siete di quelli che la dad, la didattica a distanza, uccide, fermatevi qui, perché le prossime righe...

leggi tutto
Mors tua…

Mors tua…

Ma tu pensa se ci tocca pure gioire che qualcuno sia morto di infarto “per cause non riconducibili al vaccino AstraZeneca”, però è a questo che ci siamo ridotti e non è granché, fidatevi. È disumano, questa è la realtà e forse è sano, e pure un po’ igienico, che c’è...

leggi tutto
Pit stop vaccinale

Pit stop vaccinale

Certo che è ben bizzarro quel che sta accadendo, fino a settimana scorsa sembrava di essere in metrò quando la voce degli altoparlanti invita a non spingere e attendere di aspettare il proprio turno per salire sul treno e, nel caso, aspettare quello successivo. Quindi...

leggi tutto
Ordine di vaccinazione

Ordine di vaccinazione

Colleghi giornalisti, non lo fate, non vi vaccinate. Facciamo come il Presidente Sergio Mattarella, aspettiamo il nostro turno che, tendenzialmente, arriverà in un tempo inversamente proporzionale alla nostra età. Non seguiamo le sirene di quei presidenti regionali...

leggi tutto
“Tutori progressisti”

“Tutori progressisti”

Ammetto che leggere la parola “borghese” ha per me il sapore della reminiscenza proustiana. Vi ricordate nella “Recherche du temps perdu”? La pagina dove Marcel intinge una “petite madeleine” nel tè e via con i ricordi? Quando ho letto la parola “borghese” ecco...

leggi tutto
Fukushima o l’insegnamento disatteso

Fukushima o l’insegnamento disatteso

Anche in questo caso e una volta di più tocca ammettere che un disastro non ci ha insegnato granché, mi riferisco a quello nucleare di Fukushima. Dieci anni oggi e nessuno si ricorda di Naoto Kan, ? ??. No, non si tratta dell’unica vittima riconosciuta dell’incidente...

leggi tutto
Poveri giovani

Poveri giovani

Claudio scuote la testa un paio di volte prima di dare voce a quel suo: “non è cosa”. Poi argomenta: “le persone passano, guardano, toccano e poi vanno avanti e non è che vadano da un altro, per tutti sta andando così”. E quando dice “tutti”, il suo braccio ha quel...

leggi tutto
No mask day

No mask day

Poi un giorno, che io immagino di sole e con gli uccellini a cinguettare, ci toglieremo le mascherine. Non per disubbidienza o insofferenza, ma perché le condizioni epidemiologiche, più che la legge, lo permetteranno.Le orecchie torneranno a essere orecchie e non...

leggi tutto
Mattarella e non

Mattarella e non

Ha da poco compiuto 66 anni, nemmeno due settimane fa. Non fa il medico e neppure l’insegnante. Ed è forse per quello che il vaccino non se lo è fatto in Italia, dove chissà quando gli sarebbe toccato, ma a Dubai. “E' stato fatto a scopo di lavoro", ha dichiarato...

leggi tutto
100 mila morti covid ufficiali

100 mila morti covid ufficiali

Era il 20 maggio del 2017, era la manifestazione Milano Senza Muri. Un fiume colorato di voci e persone. Così tante che quando la testa del corteo arrivò al Castello Sforzesco, la coda era ancora là in Porta Venezia. Poi dal palco, al microfono, qualcuno lo disse:...

leggi tutto
L’otto marzo 2021

L’otto marzo 2021

Buon otto marzo a Maria Elisabetta Alberti, la Presidente del Senato della Repubblica Italiana, che noi tutti conosciamo come “Casellati”, cioè con il cognome del marito. Buon otto marzo alla seconda carica dello Stato, che la prima, Presidente della Repubblica, a una...

leggi tutto
Precarietà mestruale

Precarietà mestruale

Si chiama “precariété mestruelle” e la traduzione dal francese è quello che sembra per assonanza con la nostra lingua: “precarietà mestruale”. In buona sostanza significa un livello di povertà tale che anche acquistarsi un assorbente intimo, può essere proibitivo....

leggi tutto
Disubbidienza incivile

Disubbidienza incivile

Devono essere tutti in borghese vigili urbani, agenti di polizia, dei carabinieri e della guardia di finanza, perché nella decina di chilometri che percorro nella Milano vestita di arancione scuro, non ne incontro nessuno o, almeno, nessuno in divisa. Anche se, il...

leggi tutto
La presunta immunità europea

La presunta immunità europea

Fa impressione a pensarci che fino a un anno fa ci si divideva, e divideva per davvero, su principi, storia, ideali e ora su mascherine si, mascherine no, lockdown si, lockdown no, addirittura covid si, covid no. Possiamo anche raccontarci che la politica sanitaria...

leggi tutto
Quarantena fiduciaria

Quarantena fiduciaria

“I miei piccoli untori, li chiamiamo così quei piccoli bastardi” e lo dice con quella tenerezza che ci metto io quando parlo dei miei figli e, potrebbe essere, che abbia anche detto “piccoli bastardi”, qualche volta. Le insegnanti spesso sono così, quando te le trovi...

leggi tutto
Vuoto a rendere

Vuoto a rendere

“Dico sul serio. Ero… rimasto senza benzina. Avevo una gomma a terra. Non avevo i soldi per prendere il taxi. La tintoria non mi aveva portato il tight. C'era il funerale di mia madre! Era crollata la casa! C'è stato un terremoto! Una tremenda inondazione! Le...

leggi tutto
Generazione Z

Generazione Z

E io che mi credevo chissà che cosa. Tutto è partito dal fatto che leggendo il giornale su due testate differenti e su temi sideralmente distanti, la moda e i morti in Birmania, mi ritrovassi, addirittura nel titolo, la locuzione “generazione z”. “Z come cosa?”, mi...

leggi tutto
“The end is in sight”

“The end is in sight”

Lo so che esce il venerdì, ma per me è lettura della domenica, anzi della colazione domenicale, quella lunga fatta di brioche alla crema e cappuccino con tanta schiuma, quindi una sequenza di caffè allungati con acqua calda, finti americani, insomma, tanti quanto dura...

leggi tutto
Sala da sballo

Sala da sballo

“Comportatevi bene” e poi aggiungeteci quel che volete a seconda delle regioni, province, valli, paesi di origine: “ragazzi”, “fioi”, “bocia”, “bagai” e via così.Per quanto mi riguarda, le mie nonne usavano a seconda della gravità o “fioi”, se serie e accorate, o...

leggi tutto
Offesa fascista

Offesa fascista

Come tanti di noi che stiamo dall’altra parte, alla notizia che Giorgia Meloni querelasse Vauro per averle dato della xenofoba e fascista, la prima mia reazione è stata la meraviglia. Non solo perché la leader di Fratelli d’Italia è la stessa che solo una legislatura...

leggi tutto
Undici anni, una bambina

Undici anni, una bambina

Ha l’età di mio figlio più piccolo la ragazzina di 11 anni che da qualche ora è in rianimazione pediatrica ed è stata intubata per le complicazioni dovute al covid. Una studentessa di una prima media inferiore, a Bologna. La notizia l’ha diffusa la Repubblica nelle...

leggi tutto
Dietro la lavagna

Dietro la lavagna

C’è chi dice una, chi scommette su due: fra quante settimane richiuderanno le scuole a Milano, a Brescia, in Lombardia o in altre regioni? Fra quanto la dad a corrente alternata verrà sostituita da quella a corrente continua? Nella nostra modern family, con tutti i...

leggi tutto
Wasp ovvero Ubic

Wasp ovvero Ubic

Non so se sia vero che la frase “dietro un grande uomo c’è sempre una grande donna” sia di Virginia Wolf e non so neppure se sia una sua modernissima traduzione, come dicono, del classicissimo “dotata animi mulier virum regit”, detto latino che letteralmente sarebbe...

leggi tutto
La nostra diversità

La nostra diversità

Era il 28 luglio del 1981, tra poco saranno 40 anni tondi tondi, quando il quotidiano La Repubblica pubblico su quattro pagine un’intervista, fatta dal direttore Eugenio Scalfari, al segretario del Partito Comunista Italiano, Enrico Berlinguer. Sebbene il titolo fosse...

leggi tutto
Dei, cani e la “variante inglese”

Dei, cani e la “variante inglese”

Non so quanto sia corretto tirare in ballo Lucio Dalla, del quale, essendo morto e nato all’inizio di marzo, a giorni ricorrono diversi anniversari, per spiegare cosa cambia con la “variante inglese” del covid. Però, sentendo parlare Guido Bertolaso tra i banchi del...

leggi tutto
Abbiamo già visto tutto

Abbiamo già visto tutto

Ma anche voi avete questa sensazione di déjà-vu? Di già visto? A un anno esatto dallo scoppio della pandemia, non vi sembra che la situazione, se non proprio la stessa, abbia dei tratti di forte somiglianza? Un anno fa avevamo a che fare con un virus di cui sapevamo...

leggi tutto
La variante “liceale”

La variante “liceale”

Ai miei tempi c’era una sorta di maledizione della protesta studentesca: qualsiasi fosse il tema, riforma della scuola o pace in qualche parte del mondo, si arrivava a stento a Natale e poi tutto finiva. Il segnale del “si rompono i ranghi” era dato dalla settimana di...

leggi tutto
La variante PIL del covid

La variante PIL del covid

C'è un sottoinsieme tra i morti di covid, coloro che hanno perso la vita per essersi ammalati sul luogo di lavoro. Quanti, come e perché? meglio lasciare stare. I dati ci sono ma, per dirla con un eufemismo, appaiono un tantino sottostimati. Dal fatidico febbraio...

leggi tutto
Mario Draghi ha i numeri

Mario Draghi ha i numeri

I morti, i nostri morti del covid. Eccoli qui, c’è voluto Mario Draghi per metterli lì in fila, a un anno dall’inizio della pandemia. 92.522 donne e uomini deceduti a causa del coronavirus. La cifra senza alcuna approssimazione l’ha detta il professore nel suo esordio...

leggi tutto
Status quo ante bellum

Status quo ante bellum

Lo so che la pandemia ci fa mettere il naso ben saldo tra le nostre cose, però alzarlo e dirigerlo verso la Spagna e puntarlo alla Catalogna potrebbe avere senso a questo giro. Il covid ci ha insegnato l’Europa, drammatica lezione. L’Unione ha improvvisamente...

leggi tutto
La questione femminile

La questione femminile

Ventinove milioni di uomini, trenta milioni e mezzo le donne. È distribuita così la popolazione italiana. E al di là dei numeri precisi all’unità, è abbastanza noto che nel Bel Paese le persone di sesso femminile sono più di quelle di sesso maschile, ma, per gli...

leggi tutto
È passata la paura

È passata la paura

Lo chiamano indice della paura e la notizia è che è tornato sotto quota 20, un anno preciso dopo che aveva sforato la barriera psicologica della doppia decina. 19.97, la precedente chiusura era stata 21.25. L’indice in questione, gli addetti ai lavori lo chiamano VIX,...

leggi tutto
Uno, dieci, 95 mila

Uno, dieci, 95 mila

Fra una settimana sarà un anno giusto giusto dalla morte di Adriano Trevisan. È possibile che il nome vi dica poco, anche perché prima del 21 febbraio dello scorso anno, era solo un settantottenne come altri. Tre figli, un po’ di nipoti e un passato da imprenditore...

leggi tutto